Collaudi statici ed amministrativi (Delibera di Consiglio)

Il Consiglio delibera di adeguare gli importi relativi agli onorari dei collaudi statici come segue:

Per la commisurazione dell’onorario a discrezione si applica l’aliquota corrispondente alla tab. A – cat. 1f, 1g o IX con la parzializzazione del 10%.

Le spese forfettizate sono da compensarsi in misura variabile dal 30% al 60% dell’importo dell’onorario.

L’onorario, come sopra determinato, è da considerarsi minimo inderogabile.

L’importo complessivo minimo non potrà comunque essere inferiore a quello deliberato da ciascun ordine (il Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Lecco, nella seduta del 22/09/03, ha deliberato l’importo minimo di Euro 800,00 per collaudi di strutture ordinarie e di Euro 1.000,00 per collaudi di strutture delle opere ad uso pubblico oltre i compensi accessori e le spese).

Per un collaudo di un box singolo l’importo può essere ridotto fino ad un minimo di Euro 500,00.

Per i collaudi di lavori pubblici, le aliquote di riferimento saranno quelle della tab. A del D.M. 04/04/01.

Le eventuali prove di carico e/o verifiche e prestazioni particolari saranno compensate a vacazione o a discrezione, in aggiunta all’onorario come sopra determinato.

Per la revisione dei calcoli si fa riferimento all’art. 19-f della Tariffa ex L. 143/1949.